Come aumentare l’energia vitale: consigli e rimedi naturali

Alla scoperta dell’energia vitale e di tutti i consigli e rimedi naturali per aumentarla e sentirci meglio

L’energia vitale si riferisce alla forza o all’energia che si ritiene sia presente in tutti gli esseri viventi, sostenendoli nella loro esistenza e contribuendo alla loro costante rigenerazione. Questa energia viene infatti spesso associata alla vitalità, alla salute e al benessere generale della persona. In questo articolo scopriremo nel dettaglio cosa si intende per energia vitale e forniremo alcuni suggerimenti e rimedi naturali per vivere meglio e più in forma.

L’energia vitale e il suo significato

Sebbene il concetto di energia vitale assuma accezioni leggermente diverse in base alle tradizioni culturali o medicine energetiche prese in considerazione, viene concepito come un elemento fondante di molte discipline olistiche.

Nella Medicina Tradizionale Cinese, per esempio, è con l’ideogramma qi che si indica l’energia vitale, ovvero quella forza che anima tutte le forme di vita dell’universo e fluisce attraverso i meridiani energetici del corpo. Anche il Vitalismo, una delle teorie filosofiche alla base della Naturopatia, considera il corpo umano come la fusione di una struttura fisico-chimica e di un’energia vitale che la anima. Tuttavia, affinché la forza possa agire e mantenere in salute l’organismo è fondamentale che il corpo si trovi in un contesto salubre, favorevole ed equilibrato.

All’interno delle discipline della Naturopatia, c’è anche l’Iridologia che fonda la sua pratica sull’analisi dell’iride per comprendere la tipologia costituzionale dell’individuo, le tendenze patologiche, le infiammazioni in atto e l’accumulo di tossine. L’osservazione dell’iride non ha l’obiettivo di diagnosticare la malattia, bensì mira a restaurare l’energia vitale ristabilendo l’integrità dei tessuti e la loro funzionalità. Tra l’altro, seguendo l’interessante Corso di Specializzazione in Iridologia di Scuola SIMO è possibile imparare a svolgere una corretta lettura dell’iride su base costituzionale, per elaborare poi i percorsi individuali più appropriati a ripristinare il benessere generale del soggetto.

Come aumentare l’energia vitale?

Con la vita frenetica di tutti i giorni può capitare spesso che la nostra energia vitale sia bloccata. Esistono però diversi aspetti su cui è possibile intervenire per recuperare appieno l’energia vitale, se non addirittura aumentarla. È possibile raggiungere questo obiettivo attraverso una combinazione di fattori, tra cui uno stile di vita sano, l’attività fisica, le tecniche di rilassamento, un’alimentazione equilibrata e un buon riposo. Vediamo nel dettaglio quali sono i metodi naturali per migliorare la nostra energia vitale e dare nuova forza al nostro corpo.

1.        Seguire un’alimentazione equilibrata

Il programma di benessere applicato dal Naturopata SIMO mette l’alimentazione al primo posto, in quanto seguire un regime alimentare vegetale sano ed equilibrato è il presupposto imprescindibile di uno stato di salute duraturo. Così come l’organismo umano, anche i cibi hanno una loro energia vitale, in grado di nutrirci e sostenerci. I cibi più vitali in natura sono i semi, i germogli e la frutta maturata al sole; al contrario, gli alimenti a lunga conservazione o da dispensa tendono a perdere questa energia completamente. Per questo mangiare prodotti freschi, di stagione e possibilmente a chilometro zero, è fortemente consigliato per vivere bene e più a lungo. Sono invece da evitare il fumo, l’alcol e la caffeina che possono incidere negativamente sull’equilibrio energetico del corpo.

2.        Praticare attività fisica e Yoga

Anche l’esercizio fisico, meglio ancora se praticato all’aria aperta, è essenziale per aumentare l’energia vitale, migliorare l’umore e ridurre lo stress. Ben oltre l’attività fisica c’è poi lo Yoga, l’insieme di pratiche e discipline fisiche, mentali e spirituali di origine indiana. Si tratta di una scienza del benessere psicofisico che fonde tecniche di respirazione controllata (pranayama) e specifiche posizioni del corpo (asana). L’unione di questi due elementi viene utilizzata per aumentare e armonizzare il flusso del Prana, ovvero di quella energia vitale o soffio che nutre l’organismo attraverso i canali del corpo sottile.

3.        Adottare una routine regolare di sonno

Dormire a sufficienza e adottare una routine regolare di sonno sono due abitudini fondamentali per ricaricare le energie e affrontare ogni giornata al meglio. È importante mantenere un ritmo sonno-veglia regolare e cercare di coricarsi più o meno alla stessa ora così da stabilire un ritmo circadiano coerente con il proprio stile di vita. Inoltre, va sottolineato che il sonno è una priorità, non un lusso. Per questo, è necessario prendersi cura di sé e concedersi il giusto riposo per rigenerare corpo e mente.

4.        Creare una routine per prendersi cura di sé

È stato ampiamente dimostrato che prendersi cura di sé aiuta a ridurre lo stress, aumenta la serotonina, migliora l’autostima e rafforza il sistema immunitario. Questi sono solo alcuni dei motivi che spingono sempre più persone a ritagliarsi alcuni momenti della giornata da dedicare esclusivamente ad attività che nutrono e arricchiscono fisicamente, mentalmente ed emotivamente. Basta individuare una passione, un’attività particolarmente piacevole, una pratica rigenerante come la lettura, il disegno, l’ascolto della musica, una passeggiata nella natura o un ritrovo con gli amici. Così sarà più facile mantenere uno stile di vita sano e ritrovare il proprio benessere psicofisico.

5.        Praticare la meditazione e controllare la respirazione

Per raggiungere l’equilibrio energetico interiore è consigliato dedicare del tempo alle pratiche di respirazione profonda e consapevole. In questo modo aumenta l’ossigenazione del corpo, riducendo l’ansia e lo stress e aumentando l’energia vitale. Anche la meditazione è una pratica assai efficace per recuperare il benessere psicofisico: non c’è bisogno di essere uno yogi esperto per trarne beneficio, basterà infatti trovare un posto tranquillo, chiudere gli occhi, concentrarsi sul respiro e liberare la mente dai pensieri negativi.

Seguendo questi semplici consigli, sarà facile ripristinare il fluire dell’energia vitale attraverso il nostro corpo. In ogni caso, l’aumento dell’energia vitale può richiedere tempo e costanza nelle abitudini e nelle pratiche quotidiane. Dopo qualche tentativo o sperimentazione iniziale, consigliamo di concentrarsi sulla strategia più efficace in base alle proprie necessità e si noteranno subito i primi cambiamenti positivi.

FONTI:


  1. Melai A., Trevisani C., Introduzione alla Naturopatia, Edizioni ENEA, SI.RI.E. S.R.L.
Il naturopata un professionista del benessere

La professione del naturopata e come si diventa un operatore del benessere altamente specializzato Negli ultimi trent’anni si è registrato un interesse crescente da parte delle persone nei confronti della medicina complementare e alternativa per soddisfare le proprie esigenze di salute. Tra i diversi approcci olistici alla salute, quello della Naturopatia rimane uno dei più […]

Medicina olistica un approccio completo alla salute

I principi alla base della medicina olistica e l’approccio globale alla salute e al benessere psico-fisico della persona Nel mondo sempre più frenetico in cui viviamo, la medicina olistica sta emergendo come una via alternativa e complementare per guarire non solo il corpo, ma anche la mente e lo spirito. L’approccio olistico alla salute considera […]

RUBRICHE